Covid Info
 

Come soggiornare in un calendario dell'avvento

Sono veneziana di adozione, non di nascita, e non fingerò dicendo sia stato amore prima vista.

Ci è voluto del tempo perché tra noi le cose funzionassero. All’insindacabile bellezza di questa città sospesa sull’acqua e sul tempo si contrapponeva dentro di me una sensazione che non mi consentiva di pensare a lei con affetto come a casa. La vedevo poco incline ad aprirsi con me, a svelarmi la sua parte più vera e vulnerabile, ed io in risposta rimanevo sulla difensiva.
Poi c’è stato un momento, nel corso del difficile 2020, in cui la città ha abbassato tutte le sue difese ed io sono entrata, innamorandomene come a tanti prima di me era già successo.
Ma c’è qualcosa che Venezia mi trasmette da sempre, fin da piccola quando ogni Dicembre tornavo per festeggiare con i nonni. La magia. Sono sempre stata incline a lasciarmi trasportare da fantasie e sogni ad occhi aperti in ogni momento dell’anno, e in un periodo in particolare lascio che questo lato prenda quasi il sopravvento sulla razionalità.

Per me è normale trovarmi a sorridere davanti alle luminarie riflesse sull’acqua. Mi da gioia scrivere biglietti di auguri in compagnia della calda voce di Bing Crosby, così come passare di fianco ai venditori di abeti intenti a scaricarli dalle barche. Il profumo delle focacce natalizie si inizia a sentire passando fuori dai forni e le luci nelle case si accendono sempre più presto la sera, invogliando a sbirciare dentro curiosando nelle vite degli altri. Le persone camminano veloci sù e giù dai ponti, strette nei loro cappotti cercando di tenere in equilibrio pacchi regalo e ritmi serrati.
Nelle gastronomie appaiono i Menù del Cenone con lunghi elenchi di prelibatezze, dai bigoli in salsa al baccalà, e la promessa di una bella figura sulle tavole decorate di agrifoglio.
É un momento in cui tutto sembra davvero migliore, quasi a far venire voglia di salutare i passanti con un sorriso come si vede fare nei film.

Insomma avete capito forse ormai che il Natale fa parte di me senza che io abbia dovuto deciderlo, e posso garantire che quando si trova qualcuno fatto della stessa pasta, in grado di capire al volo tutto questo, nasce qualcosa di speciale.

Guest Blogger: Sarah Bianchi
pubblicato il 1/12/2021
Condividi:

Sarah Bianchi

Sarah lavora come creativa sia online che offline. Ha iniziato il suo viaggio nel mondo del web nel 2010, lanciando il suo blog personale Chic Neverland mentre studiava all'Università IUAV di Venezia. Ha iniziato presto a creare connessioni con brand e web agency, lavorando a progetti digitali sui suoi canali sia nel campo della moda, sia nel beauty che nei viaggi, aggiungendo poi una presenza su Instagram quando il social network si è affermato in Italia come piattaforma principale.

Nel 2020 Sarah ha lanciato una versione rinominata di Chic Neverland, evolvendo il sito Web da un blog personale a una piattaforma più interattiva dedicata a viaggi, bellezza e stile. Lavora anche a molti progetti personali, come un format di viaggio con l'obiettivo di organizzare viaggi basati su esperienze uniche.

Social:

Offerta
Notte Gratuita - Colazione inclusa

Offerta
Soggiorno Flexi - Colazione inclusa

Offerta
Offerta 3 o 4 notti - Colazione inclusa

Pacchetto
Spa & Massage

Pacchetto
Suite Emotions